Cronaca di una fuga a ruota libera.
Questo racconto libera l’istinto sognatore e trasporta il lettore in un’escursione nell’arte, nella musica in particolare, senza disdegnare un pizzico d’avventura sulle montagne più ripide al cospetto di un infinito silenzio che è come l’assenza di ogni perché.
E’ stata definita un’opera metaletteraria innovativa e originale, non ascrivibile ad alcun genere.

Edizione Holz-egg – 2016